ORIA

Frazione a confine con la Svizzera ha mantenuto invariate le sue caratteristiche nel corso del tempo grazie anche alla presenza dell'abitazione di Antonio Fogazzaro, illustre scrittore. A lui si deve il romanzo ambientato proprio nei villaggi della Valsolda: "Piccolo Mondo Antico".

Il significato del suo nome sconosciuto come per molte altre frazioni; qualcuno ipotizza possa venire dal latino "orior" (= sorgere, spuntare), in quanto la sua posizione geografica gli permette di ricevere i primi raggi del sole, rispetto gli altri borghi.
Ci che si sa di sicuro che il nome Oyra appare per la prima volta nel documento di Alberto Vignati: "Itinerari" nel 1496.

Ritorno